“Né vittime né briganti”

Cambiare le regole del gioco


VIII edizione  |  Loppiano (Figline e Incisa Valdarno, FI)  |  30 settembre – 1 ottobre 2017


CHE COS’E’

  • Un laboratorio nazionale di economia, cultura, comunicazione, formazione e innovazione che ha preso il via nel settembre 2010, giunto alla VIII edizione.
  • Uno spazio permanente fatto da cittadini, lavoratori, studenti, professionisti, imprenditori che raccolgono con coraggio le sfide del Paese: dalla ricostruzione economica e materiale, a quella culturale e formativa.
  • Un evento che si rinnova ogni anno per sperimentare e progettare idee, prassi e proposte, e costruire sinergie a tutto campo.
  • Un approdo per ampliare la gamma delle collaborazioni tra istituzioni, imprese, operatori economici e culturali, cittadini e giovani in cerca di futuro. Con il metodo e l’orizzonte della cultura dell’unità.

INSIEME A:

  • quanti operano nell’ambito dell’economia e dell’innovazione
  • della comunicazione e dell’informazione
  • della formazione, della cultura, dell’arte

TEMI DELL’OTTAVA EDIZIONE:

Uno sguardo attento al nostro Paese per capire come raccogliere l’invito di Papa Francesco. Nell’Italia del 2017 non è sufficiente imitare il samaritano del Vangelo: serve agire sulle strutture inique che producono “i briganti e le vittime”, serve un nuovo pensiero e un agire conseguente, perché la ricerca del profitto non può fare da bussola ad ogni attività umana.

Tra esclusione e accoglienza, corruzione e nuove virtù civili, attraversare la crisi del nostro tempo vuol dire lasciarsi ferire dalle sue contraddizioni per trovare assieme le vie di uscita.

L’ottava edizione di LoppianoLab affronta la sfida cercando di cogliere i segni del nuovo a cominciare dalle scelte di ogni giorno, e apre le porte a quanti si interrogano su questi temi ed elaborano risposte. Non solo condivisione di risorse economiche, ma soprattutto crescita di una rete di relazioni di significato sociale, dove tutti sono artigiani del cambiamento.

LUOGO:

Loppiano (Figline Incisa Valdarno, Firenze), cittadella di 900 abitanti provenienti da 40 Paesi, originale e permanente “officina vitale” di convivenza multietnica e di condivisione spirituale.

I PROMOTORI:

LoppianoLab nasce per raccogliere sotto lo stesso tetto forze, eccellenze, idee, progetti ed intrecciare un dialogo a tutto campo che sostenga la rinascita del Paese, grazie alla sinergia fra lavoro, formazione e cultura.

Le realtà che lo promuovono sono convinte che l’ascolto, la conoscenza e il dialogo, siano fondamenta imprescindibili per trovare soluzioni concrete ai problemi e alle sfide che sta attraversando il nostro Paese.

Gruppo Editoriale Città Nuova

È una realtà attiva nel panorama editoriale italiano e internazionale dalla seconda metà degli anni Cinquanta. La sua produzione di periodici su carta e online, libri, piattaforme multimediali e servizi intende offrire una cultura e un’informazione che fa del dialogo e della fraternità i suoi valori di riferimento.

Cittadella di Loppiano

Prima nata delle 35 cittadelle dei Focolari presenti nel mondo. Sorta nel 1964, Loppiano si è sviluppata negli anni su 260 ettari di terreno e conta circa 900 abitanti di oltre 60 nazioni; un cantiere aperto in cui sperimentare che la fraternità tra persone, gruppi e popoli è possibile.

Istituto Universitario Sophia

L’Istituto Universitario Sophia è un centro di formazione e di ricerca accademica in cui
s’incontrano l’esistenza e il pensiero, le diverse culture e le diverse discipline, in un contesto a forte impianto relazionale.

Polo Lionello Bonfanti

L’idea di far sorgere un Polo imprenditoriale per l’Italia nasce dall’esigenza di dar visibilità al progetto di Economia di Comunione e di creare un punto di riferimento per le imprese italiane che vi aderiscono.


www.cittanuova.it | www.iu-sophia.org | www.pololionellobonfanti.it | www.loppiano.it